Stufe a pellet e biomasse

Le stufe Stanno prendendo sempre più piede, soprattutto quelli a pellet per il loro prezzo economico sul mercato, per l'economicità di acquisto del pellet e in parte anche per i design di successo che in alcuni casi possono dare un tocco diverso ed elegante al le nostre case. Se sei interessato a conoscere a fondo quali sono stufe a pellet, quali tipi ci sono e come funzionano continua a leggere.

Forse puoi pensare che le stufe siano dispositivi del passato, ma tutt'altro, e oggi lo sono stufe a pellet Sono i più diffusi, essendo anche molto più economici di altri tipi di stufe e riscaldamento.

Confronto stufe a pellet

Prima di tutto, inizieremo esaminando diverse stufe a pellet economiche che possono diventare non solo il modo ideale per riscaldare la tua casa, ma anche un complemento ideale per decorare la tua casa.

Modello Caratteristiche Prezzo
Immagine della stufa a pellet Evacalor PELLAS stufa Rita 9 kW

stovia

-Potenza: 9KW
-Dimensioni: 91,2 × 43,4 × 50,6 cm
-Extra: telecomando e protezione della base

950,00 €Visualizza offerta

Nota: 8 / 10

Nemaxx P6

Biomassa di Edredone

-Potenza: 15KW
- Dimensioni: 70x60x50 cm
-Extra: protezione contro il surriscaldamento

1.995,00 €Visualizza offerta

Nota: 10 / 10

nemaxx P9

FLS

-Potenza: 9KW
- Dimensioni: 50x47x81 cm
-Extra: protezione contro il surriscaldamento

1.944,50 €Visualizza offerta

Nota: 9 / 10

Haverland EPE-02A

Stile bianco

-Potenza: 14KW
- Dimensioni: 57x57x115 cm
-Extra: doppia porta, programmabile, con telecomando

Visualizza offerta

Nota: 8 / 10

Stufa a pellet Ferroli lira

Lira Ferroli

-Potenza: 6,58KW
-Dimensioni: 93,6 x 44 x 50,5 cm
-Extra: pannello digitale, telecomando

1.184,27 €Visualizza offerta

Nota: 9 / 10

Stufe a pellet economiche

Ora nel mercato possiamo trovare una quantità enorme di stufe a pellet, alcune delle quali molto economiche E che ti mostriamo di seguito, con il vantaggio che puoi acquistarli anche tramite Amazon con quello che significa.

Stufa Stovia 9 kW

È difficile acquistare una stufa a pellet ad un prezzo accessibile, ma senza dubbio questo modello soddisfa questa esigenza, offrendoci anche delle specifiche molto interessanti. Ed è che ha una fantastica efficienza energetica.

Ha inoltre uno stile originale e moderno grazie al rivestimento metallico a forma di onda che ci permetterà di posizionarlo ovunque senza attirare l'attenzione, dando un tocco caratteristico alla nostra stanza.

Biomassa di Edredone

Con un design molto meno curato rispetto ad altre stufe, questo modello ci offre in cambio altre cose, tra le quali dobbiamo senza dubbio evidenziare la sua capacità di riscaldamento per grandi spazi. Il suo prezzo è un prezzo economico per quello che offre, che potremo ammortizzare in pochi mesi e a cui dobbiamo aggiungere il pellet che consumiamo quotidianamente.

FLS

Se stiamo cercando una stufa che ci permetta di controllare la temperatura e molte altre cose in ogni momento, una buona opzione potrebbe essere questo modello e il suo centro di controllo situato nella parte superiore del dispositivo. Il suo prezzo può sembrare un po' alto, ma in breve tempo sembrerà molto economico visto che l'ammortamento e il servizio sono ottimi.

Con un prezzo approssimativo di mille euro e una potenza di 9KW.

Stile bianco

Una delle stufe più economiche che possiamo trovare sul mercato è questa Style Fuego, che attualmente ha un prezzo di circa 1000 euro. In cambio, ci offre più di una potenza eccezionale e una più che una notevole efficienza energetica per riscaldare ambienti di grandi dimensioni, da 70 mq a 115 mq, rendendolo perfetto per riscaldare un intero pavimento.

Come extra aggiuntivi, tieni presente che grazie al suo schermo digitale possiamo programmarlo per funzionare negli orari o alla temperatura che desideriamo.

Ferroli LIRA 6,58kW stufa

Senza dubbio siamo di fronte a una delle migliori stufe a pellet sul mercato, che ha un design accurato, che ci permetterà di posizionarla ovunque nella nostra casa o azienda senza stonare in nessun momento. Inoltre, uno dei suoi punti di forza è l'altissima performance che ci offre e che numericamente sale fino al 92,2%.

Tra gli aspetti più negativi troviamo il suo prezzo, anche se non tutto potrebbe essere una buona notizia. Naturalmente, se vuoi la nostra opinione, questo investimento potrebbe essere uno dei migliori che hai visto in tutta la tua vita.

Una stufa a pellet e biomassa è la stessa cosa?

Questa è una domanda che molte persone si pongono quando scelgono un tipo di stufa. Le stufe a biomassa sono quelle che utilizzano combustibile derivato da residui forestali come rami, residui di potatura, erbe e vecchi tronchi.

Il pellet è un tipo di prodotto naturale classificato come biomassa solida. È fatto da segatura naturale secca, senza additivi. Consiste nel comprimere la segatura grazie alla lignina stessa che ha la segatura legante e con l'applicazione di alta pressione si forma il pellet. Ha una forma cilindrica e sono di dimensioni molto ridotte.

Pertanto, si potrebbe dire che le stufe a pellet sono un tipo di stufe a biomassa, poiché sono elementi naturali che vengono utilizzati come combustibile per generare calore.

Con queste informazioni potrai sapere qualcosa in più sulle stufe a pellet e sapere quale scegliere.

Cos'è il pellet?

Immagine di una manciata di pellet

Il pellet è un prodotto naturale, catalogato come biomassa solida e costituito da cilindri molto piccoli, solo pochi millimetri di diametro.

Sono realizzati con segatura naturale secca, senza aggiunta di additivi, poiché la sua stessa lignina viene utilizzata per funzionare perfettamente come legante. Questo serve a comprimere la segatura ad una pressione molto elevata e quindi a formare il pellet, il che rende i pellet una composizione densa e dura nonostante le loro piccole dimensioni.

Un'altra delle sue grandi caratteristiche è ottimo potere calorifico che insieme al suo prezzo di circa € 0,05 per kWh Li rendono uno dei modi ideali ed economici per mantenere la nostra casa a una buona temperatura.

Acquista pellet

Quando si tratta di acquistare pellet, possiamo farlo in molti posti, soprattutto quelle grandi aree dedicate alla costruzione o alla decorazione, ma anche in alcuni grandi supermercati.

Le forme più normali in cui sono solitamente distribuite sono le seguenti:

  • Sacchi. Con un peso di 15 chilogrammi, possiamo acquistare sacchi di pellet in un gran numero di posti a un prezzo abbastanza economico. Sono ideali per gli utenti con un piccolo consumo e sono anche molto maneggevoli per chiunque. Per quanto riguarda il prezzo, circa una borsa da 15 chilogrammi ha un prezzo di 3.70 euro.
  • Grandi borse. Se non puoi rifornirti di autocisterne, questa è un'opzione più che interessante, e cioè che un bigbag può contenere circa 1.000 chilogrammi di pellet. Inoltre, questa opzione è sempre più conveniente rispetto all'acquisto del pellet in sacchi.
  • Autocisterna. Infine troviamo il modo più comodo ed economico per acquistare pellet se siamo grandi consumatori. L'unico inconveniente di questi camion è che depositano il pellet direttamente nel serbatoio automaticamente è che dobbiamo avere un deposito completamente accessibile, sia per il tubo che trasporta il pellet che per l'autocisterna.

Tipi di stufe a pellet

Successivamente faremo un file rassegna delle tipologie di stufe a pellet che possiamo trovare sul mercato e quale maggiore popolarità hanno;

Riscaldatori d'aria

Le stufe ad aria sono quelle che troviamo più frequentemente sul mercato. Questo tipo di stufe servono principalmente per riscaldare l'aria nel locale in cui si trova, senza poter cercare di riscaldare generalmente una casa per la sua potenza ridotta e soprattutto a portata di mano. Il grande vantaggio è che distribuiscono il calore in modo uniforme in tutta la stanza.

Stufe canalizzabili

Immagine di una stufa a pellet duttile

Questi tipi di stufe sono molto simili alle stufe ad aria, anche se con il grande vantaggio che convogliano l'aria attraverso varie stanze o stanze attraverso diversi tubi che svolgono le funzioni di prese di calore. Il grande vantaggio di questo tipo di stufe è che possono essere utilizzate perfettamente per riscaldare un'intera casa o grandi stanze che necessitano di più prese di calore.

Le stufe a pellet duttili hanno un grande vantaggio rispetto ad altri tipi di stufe poiché ha una o due prese d'aria aggiuntive. Qualsiasi stufa a pellet ha una presa d'aria calda frontale, che di solito è più che sufficiente, ma se ad esempio la stanza che vogliamo riscaldare è molto grande, possiamo sempre utilizzare una stufa canalizzabile. Può anche essere possibile che si desideri riscaldare più di una stanza contemporaneamente in modo da poter distribuire l'aria calda attraverso i tubi di distribuzione dell'aria.

Certo, sarà complicata una stufa a pellet che può sostituire un sistema di riscaldamento tradizionale e la stufa continuerà ad essere il principale produttore di calore, quindi l'aria calda non raggiungerà altre stanze in condizioni ottimali.

Termostufe

Infine troviamo le termostufe, che sono una delle stufe più apprezzate, dal momento che Servono per riscaldare un'intera casa tramite un sistema di radiatori ad acqua. Grazie ad un circuito dell'acqua interno, che la stufa riscalda, possiamo riscaldare tutto in modo semplice e nella maggior parte dei casi economicamente. Uno dei tanti vantaggi che queste tipologie di stufe hanno è che oltre al calore generano anche acqua calda per il consumo quotidiano.

Molti considerano le stufe idro a pellet o le termostufe come le punto intermedio tra una stufa e una caldaia. Tutto a prima vista fa pensare che si tratti di una stufa a pellet, ma oltre a emettere calore per irraggiamento e convenzione, ha al suo interno uno scambiatore che gli permette di riscaldare l'acqua con la quale possiamo distribuire quell'acqua calda al radiatori che sono Sono distribuiti in tutto il tutto. È anche possibile distribuire questa acqua calda ad altri tipi di dispositivi che non devono essere radiatori.

Questi tipi di stufe sono i più utili e interessanti, anche se Hanno il problema che sono molto più costosi e complicati da gestire di qualsiasi altra stufa. Ed è che avendo un circuito idrico avremo bisogno di un vaso di espansione, una valvola di sicurezza, rubinetti e quasi sicuramente una pompa di circolazione, oltre alla rete di distribuzione dell'acqua in tutta la faccenda, che senza dubbio complica molto le cose.

Come funzionano le stufe a pellet

Le stufe a pellet, nonostante quello che può sembrare, hanno un'operazione molto semplice. Ed è che la stufa ha un serbatoio dove vengono stoccati i pellet, che tramite una coclea vengono trasferiti alla camera di combustione dove vengono bruciati i pellet emettendo energia ed anche fumi, che vengono convogliati ad uno scarico esterno che solitamente si trova solitamente al retro della stufa, e che deve avere uno sbocco verso l'esterno.

Quando si parla di stufa a pellet, che molti associano alle tradizionali stufe a legna, bisogna tenere presente che eQueste stufe sono ventilate o che è lo stesso di per mezzo di un ventilatore prendono aria dalla stanza in cui si trovano, la riscaldano e poi la reimmettono nella stanza.

Una volta conosciuto questo dato, dobbiamo differenziare tra due fenomeni di scambio termico, attraverso la convezione del ventilatore che spinge l'aria calda e l'irraggiamento dovuto al richiamo che avviene con la combustione del pellet.

L'unico inconveniente di questo tipo di stufa è che di tanto in tanto bisogna togliere la cenere dal cosiddetto posacenere, che si trova sotto la griglia. Certo, esistono già diversi tipi di stufe che comprimono automaticamente queste ceneri, il che ci permetterà di rimuoverle senza tanta frequenza e anche in maniera più semplice.

Le stufe a pellet necessitano di uno scarico fumi?

Purtroppo uno dei grandi inconvenienti delle stufe a pellet è che In tutti i casi necessitano di un camino per evacuare i fumi, che producono la combustione del pellet, che pur essendo molto piccolo, ha bisogno di uscire attraverso un condotto. Inoltre, questo caminetto deve essere posizionato seguendo una serie di condizioni per questioni di sicurezza e di funzionamento.

In primo luogo, la normativa (RITE) prevede che tutti i fumi escano sempre al di sopra del tetto dell'edificio, eliminando così la possibilità di realizzare uno scarico fumi laterale, che in certi casi potrebbe essere molto interessante. Questo ci porta a pensare che se viviamo in una comunità il posizionamento della stufa a pellet è molto complicato in quanto il camino deve essere posizionato sul tetto con cui è praticamente impossibile optare per questo tipo di stufe.

Se abbiamo un modo libero per posizionare un camino, dovrebbe essere realizzato in acciaio INOX e preferibilmente isolato e a doppia parete, che impedirà la condensa.

Manutenzione di una stufa a pellet

Immagine di una stufa a pellet

Uno dei grandi vantaggi delle stufe a pellet è che hanno pochissima manutenzioneoppure, anche grazie al fatto che la combustione del pellet è molto pulita, senza lasciare troppi residui.

Secondo la maggior parte dei produttori di fornelli, basta pulirli una volta all'anno, a meno che non usiamo solo pellet come combustibili. Ad esempio, molti utenti mettono sulla propria stufa altri tipi di materiali, che lasciano più residui e che potrebbero richiedere una pulizia più frequente della stufa. Inoltre, molte di queste stufe sono addirittura dotate di contatori, che scandiscono le ore di utilizzo, e che indicano quando dobbiamo effettuare una pulizia profonda. Nella maggior parte dei casi sarà sufficiente pulire la nostra stufa a pellet una volta all'anno.

E se dovremo? rimuovere con una certa frequenza le ceneri del pellet, che pur bruciando molto bene, lascia certi residui. Per darvi un'idea, 15 chilogrammi di pellet generano solo pochi grammi di cenere.

Inoltre, dovresti prestare particolare attenzione alle gomme che compongono i fornelli, poiché tendono a consumarsi nel tempo, anche se forse per questo è meglio ricorrere al servizio tecnico, prima di lanciarti nell'avventura, pericolosa , cambia questo tipo di pezzi. Per il resto le stufe a pellet non hanno parti soggette ad usura, cosa sempre apprezzata.

Le stufe a pellet sono sicure?

Una delle domande che tutti noi interessati all'acquisto di una stufa a pellet ci poniamo è se siano totalmente sicure da installare in casa nostra o altrove. Ed è quello? è i tipi di stufe utilizzano la combustione per generare calore, quindi non c'è dubbio che ci siano pericoli che possono comparire in qualsiasi momento.

Tuttavia, le stufe a pellet, prestando un minimo di cura e prendere qualche altra precauzione è totalmente sicuroGrazie anche al fatto che la combustione avviene con il pellet, un materiale molto più sicuro di altri utilizzati in altre stufe.

Immagine di una stufa a pellet

Tra gli aspetti positivi delle stufe a pellet, troviamo che i pellet sono molto meno infiammabili, rispetto ad altri materiali come gas o gasolio, e inoltre difficilmente esplodono. Anche con tutto dobbiamo prendere alcune precauzioni affinché questo tipo di stufe siano totalmente sicure.

Evitare il riscaldamento eccessivo della stufa, che può essere dovuto, ad esempio, a un guasto alla ventola, che dobbiamo sempre monitorare molto da vicino. Può anche capitare che la stufa bruci più pellet di quanto stabilito, per errore o avaria, e che il ventilatore non fornisca. In alcune occasioni la stufa stessa si spegne, ma in altre continua a funzionare normalmente, a cui bisogna stare attenti per evitare un grosso problema.

In generale e nonostante abbiano qualche rischio, come tutte le stufe, sono molto sicure e non dovremmo avere alcun problema ad usarlo nel nostro quotidiano, anche se cerchiamo di mantenerlo in buone condizioni e di eseguire le opportune revisioni e pulizie nei tempi stabiliti.

Come installare una stufa a pellet

Installazione di una stufa a pellet

Per installare una stufa a pellet è necessario tenere in considerazione quattro elementi fondamentali:

  1. Scegli bene il luogo di installazione. Il locale deve essere dimensionato adeguatamente alla potenza della stufa per ottenere il massimo rendimento.
  2. Prendi la presa d'aria esterna. È importante avere una buona ventilazione per evitare fumi e possibili avvelenamenti.
  3. Montare il raccordo fumi. È il tratto di tubo che collega la canna fumaria con la stufa. In questo modo, la stragrande maggioranza del fumo verrà inviata all'estero.
  4. Posizione corretta e tipo di cappello. Il cappello è la parte che culmina nella canna fumaria. Per funzionare correttamente, deve soddisfare alcuni requisiti come la sua dimensione (deve essere il doppio della sezione di uscita del tubo).

Marche di stufe a pellet

Guida all'acquisto della stufa a pellet Quando scegli una stufa a pellet, pensi a quale marca ti offrirà le migliori prestazioni e al miglior prezzo. Qui elenchiamo quattro marchi la cui qualità e prezzo vanno di pari passo.

Bronpi

Bronpi è un marchio nazionale di stufe a biomassa prodotte in Spagna. I loro prezzi sono abbastanza economici. Le potenze delle stufe che vendono sono in giro Da 6 a 15 kW con prezzi di poco superiori ai 1.300 euro.

Di solito non hanno alcuna incidenza e sono i migliori in termini di rapporto qualità-prezzo.

Lacunza

Anche le stufe a marchio Lacunza sono prodotte in Spagna. Le stufe a pellet sono economiche, anche se il marchio è più specializzato nelle stufe a legna in ghisa.

Ecoforest

Questo marchio è ben noto e gode di grande prestigio. La sua fabbricazione è effettuata in Galizia ed è uno dei i primi marchi che ha rilevato le stufe a biomassa circa 30 anni fa. Sono conosciuti in tutto il mondo per i loro nuovi progressi, motivo per cui sono diventati i più richiesti nel settore.

Edilkamin

I produttori di queste stufe sono italiani. Sono anche un marchio di grande prestigio e conosciuto in tutto il mondo. Le stufe a pellet in ghisa hanno buon riconoscimento e grande qualità. Sono molto attenti nei disegni e nei dettagli. Inoltre, i loro prodotti hanno la reputazione di essere durevoli e robusti.

Potrebbero avere un prezzo un po' più alto, ma senza dubbio tutte le loro stufe sono di fascia medio-alta.


Che budget hai per riscaldarti in inverno?

Ti mostriamo le migliori opzioni per te

80€


* Muovi il cursore per cambiare il prezzo

Lascia un commento

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.